The War Z: il produttore si scusa con i videogiocatori

Durante le scorse festività lo sviluppatore di The War Z Hammerpoint ha fatto pubblica ammenda per tutte le poco felici vicende dei tempi recenti. Il produttore Sergey Titov ci ha messo la faccia, definendo il suo comportamento "arrogante" e scusandosi con tutti i giocatori.

The War Z era stato addirittura rimosso da Steam soprattutto a causa di pura e semplice pubblicità ingannevole: Hammerpoint sbandierava infatti caratteristiche e funzionalità che in realtà non esistevano nel gioco, o almeno, erano presenti in proporzioni decisamente inferiori da quelle dichiarate. Mappe multiple fino a 400Km quadrati, partite fino a 100 giocatori, server privati, abilità accumulabili, liste di giocatori amici… tutti elementi pubblicizzati ma ancora non implementati nella versione corrente. Molte critiche venivano anche dal fatto che il gioco sembra molto simile a DayZ, tanto che alcuni utenti hanno anche gridato al plagio.

Inizialmente la reazione di Sergei Titov era stata parecchio diversa: il produttore aveva infatti cercato in ogni modo di sminuire e addirittura silenziare i vari thread di protesta che cominciavano a comparire su Steam. Ora, con queste scuse pubbliche, Hammerpoint spera di limitare i danni. Che sia ormai troppo tardi?

Ricordiamo che The War Z è un MMO-Survival Horror in esclusiva PC a tema zombie. Il gioco può essere acquistato sul sito ufficiale con diverse modalità di pagamento singolo da 15, 25 o 50$ (nessun abbonamento). Ci saranno poi le immancabili microtransazioni facoltative.

via | Destructoid

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: