Lightning Returns Final Fantasy XIII, ecco la nuova Oerba Dia Vanille

Square Enix ha rivelato maggiori dettagli sul personaggio di Oerba Dia Vanille

Lightning Returns Final Fantasy XIII è l’ultimo capitolo della saga dedicata a Lightning e permetterà, finalmente, di chiudere il cerchio, dopo un finale a dir poco ‘sospeso’ – tanto per usare un eufemismo – di Final Fantasy XIII-2: sapremo che fine farà Serah; quale sarà il destino di Noel, intrappolato in una dimensione che non è la sua; per non parlare del destino di Lightning, nelle mani della quale – lo saprete senz’altro tutti, ormai – è racchiuso il destino del mondo. Sarà, insomma, una lotta contro il tempo per arrivare alla verità.

In questa lotta contro il tempo, incontreremo tutti i personaggi delle precedenti avventure: non soltanto Noel e Snow, che saranno nostri nemici, caduti preda della disperazione dopo la morte della sorella di Lightning, ma pure la stessa Vanille; sì, proprio lei: quella Oerba Dia Vanille che si è addormentata in un sonno che nessuno credeva eterno, ma che avrebbe dovuto essere tale, nel primo capitolo della serie.

L’immagine mette bene in evidenza come è cambiata: è uno screenshot recente, che la immortala pallida e richiama quasi direttamente le sue abilità. A cosa facciamo riferimento? Ai nuovi poteri di cui gode: la ragazza si risveglierà dal sonno e capirà di essere in grado di parlare con i morti. Dovrebbe essere uno dei poteri chiave dell’avventura e riserverà senz’altro molte sorprese ai fan.

Tutto bello, tutto interessante, ma rivogliamo la vecchia Vanille! Questo personaggio, diciamocelo, più che parlare con i morti, sembra un morto vero e proprio!

Ti potrebbe interessare
Dragon Age: Origins ritarda su PS3 – nuovi trailer di gioco
Data di uscita Pc Ps3

Dragon Age: Origins ritarda su PS3 – nuovi trailer di gioco

Cercando di assicurare a Dragon Age: Origins la massima copertura mediatica, i ragazzi di BioWare hanno rimpinguato la sezione video del loro attesissimo gioco di ruolo con diversi nuovi trailer. Contemporaneamente, il co-fondatore della casa di sviluppo canadese, Ray Muzyka, ha partecipato ad una live chat con il PlayStation Blog statunitense per avvisare gli utenti

Braid – la recensione
Pc Platform Puzzle

Braid – la recensione

Quando uno sviluppatore indipendente, solo e coadiuvato esclusivamente dalla sua immensa bravura, prova a stravolgere il concept di gioco dei platform al punto tale da far divenire la sua creatura un capolavoro d’arte moderna, occuparsi assiduamente di lui è un imperativo categorico, un impegno preso con la Bellezza e la Bravura, un manifesto al Videogioco