Dying Light: gli sviluppatori ci regalano due ore di video-dimostrazione

I ragazzi di Techland e gli zombie marcescenti del loro prossimo survival horror a mondo aperto ci augurano un buon 2015

Dopo averci offerto un doppio filmato di gioco incentrato sulle azioni che saremo chiamati a compiere nei panni di Kyle Crane per sopravvivere nell'inferno virtuale di Dying Light, gli autori degli studios polacchi di Techland si travestono da folletti di Babbo Natale per offrirci in dono una lunga video-dimostrazione di due ore ricca di spunti di riflessione e di scene di gioco ambientate in aree mai viste nei precedenti trailer datici in pasto dagli autori della saga di Dead Island.

Sopravvissuto a una misteriosa epidemia che ha trasformato gli abitanti della metropoli fittizia di Haran in un incubo ad occhi aperti popolato da zombie assetati di sangue che, al calare delle tenebre, si trasformano in un esercito inarrestabile di creature insaziabili, il nostro impavido alter-ego potrà contare su di un’accresciuta sensibilità ai rumori e su di una maggiore tonicità muscolare, e questo grazie al pretesto narrativo offerto dai "super-anticorpi" acquisiti dopo aver contratto il virus ed essere riuscito a contrastarlo con le sue difese immunitarie.

Guarda le ultime immagini di gioco di Dying Light

Dying Light: galleria immagini

La straordinaria agilità del personaggio interpretabile consentirà ai giocatori di eseguire balzi sovrumani, di arrampicarsi sulle pareti e di compiere evoluzioni che farebbero invidia al più snodato dei traceur (atleti di parkour), il tutto per sfuggire alle ondate di zombie (specie nelle pericolose ore notturne) e raggiungere aree nascoste della città per reperire materiali di risulta con cui costruire armi, bombe di fortuna, trappole ed elementi di equipaggiamento sempre più letali e fantasiosi.

Il valzer di non-morti e di creature deformi di Dying Light partirà ufficialmente il 30 gennaio su PC e in esclusiva per console current-gen su PlayStation 4 e Xbox One: le versioni last-gen originariamente previste per Xbox 360 e PlayStation 3, infatti, sono state accantonate per dare agli sviluppatori una maggiore libertà creativa nella realizzazione degli scenari, delle animazioni dei non-morti, delle armi modulari e delle trappole.

Dying Light: galleria immagini
Dying Light: galleria immagini
Dying Light: galleria immagini

  • shares
  • Mail