Titanfall per PC, rafforzate le misure anti-cheat: al via i ban dei furbetti

Ecco cosa succede a chi viene pizzicato a usare i cheat nella versione per PC di Titanfall.

Tempi duri per gli utenti di Titanfall che hanno deciso di fare i furbetti affidandosi ai cheat disponibili online. Gli sviluppatori di Respawn, va da sé, se ne sono accorti e hanno cominciato a prendere provvedimenti, bannando gli utenti pizzicati a utilizzare aimbot di vario genere.

La conferma è arrivata con un post sul sito ufficiale di Titanfall, poche righe che spiegano nel dettaglio cosa succede agli utenti che vengono identificati da FairFight come cheater: a partire dal 21 marzo scorso sono cominciati i ban e gli utenti sorpresi a barare hanno iniziato a trovarsi di fronte la schermata che vedete qui sotto.

Cosa significa? Siete stati bannati e come “punizione” potrete continuare a giocare a Titanfall, ma solo e soltanto con altri utenti nella vostra situazione, con tutti gli svantaggi del caso.

La speranza è che l’aimbot per cui avete pagato sia davvero buono, oppure tutte quelle partite tra cheater potrebbero diventare molto frustranti. Buona fortuna.

Parola di Respawn, che ha approfondito la questione spiegando dettagliatamente quali saranno le conseguenze: se qualcuno della vostra squadra sarà identificato come cheater, tutti i membri saranno trattati come tali per quella sessione di gioco. Sarà sufficiente smettere di coinvolgere quel giocatore per poter eliminare quel fastidioso problema e tornare a giocare senza alcuna conseguenza.

mp_lobby0000

Va da sé che ogni volta che inviterete un cheater nel vostro gruppo, finirete a giocare in una sessione formata da soli cheater. Il ban, in ogni caso, è rivolto solo e soltanto ai cheater, quindi basterà smettere di invitarli, relegandoli così in questo limbo di furbetti.

Come si fa a togliere il ban? A quanto pare non c’è soluzione, a meno che siate stati bannati per errore. In quel caso vi basterà inviare una mail a anticheat@respawn.com e spiegare la situazione.

Via | Titanfall

  • shares
  • Mail