Microsoft sempre più “sensibile”: brevettato un controller “muscolare”

Quegli strani cavi che vedete spuntare da dentro la camicia del tizio all’inizio dell’articolo potrebbero sembrare una pericolosissima razza di sanguisughe aliene cibernetiche, in realtà però sono solamente il prodotto dell’ultimo marchingegno brevettato da Microsoft per non farci giocare più col nostro amato e vetusto joypad fisico.Svelato dai colleghi di Engadget, l’apparecchio in questione (opportunamente

Quegli strani cavi che vedete spuntare da dentro la camicia del tizio all’inizio dell’articolo potrebbero sembrare una pericolosissima razza di sanguisughe aliene cibernetiche, in realtà però sono solamente il prodotto dell’ultimo marchingegno brevettato da Microsoft per non farci giocare più col nostro amato e vetusto joypad fisico.

Svelato dai colleghi di Engadget, l’apparecchio in questione (opportunamente miniaturizzato o nascosto all’interno di indumenti giornalieri e fasce da gioco apposite) ci permetterà in futuro di controllare in remoto qualsiasi tipo di apparecchio elettronico (videogiochi compresi) sfruttando gli impulsi elettrici scaturiti dal movimento delle dita della mano e dell’intero braccio.

Nel video che potrete trovare dopo la pausa, realizzato da Microsoft in collaborazione con le Università di Toronto e Washington, si può capire quanto avanzato sia il progetto, i cui utilizzi futuri potrebbero spaziare dall’industria videoludica a quella medica (con nuovi strumenti di diagnostica sul sistema nervoso periferico, o con la creazione di protesi “sensibili” e “intelligenti”).

via |Engadget

Ti potrebbe interessare
Two Worlds II in immagini e video di gioco
Action Pc Ps3

Two Worlds II in immagini e video di gioco

Per ingannare l’attesa per l’arrivo del 2010, i ragazzi della casa di sviluppo polacca Reality Pump ci regalano quest’oggi una serie di immagini inedite riguardanti Two Worlds II, trovando persino il tempo di inventare un nuovo tipo di materiale multimediale da proporre ai vari siti del settore: i MovieShots!Come è facilmente intuibile dal titolo, infatti,