Fallout 4: Bethesda promette DLC "a misura di fans"

Dalle pagine di GameSpot, il direttore di Fallout 4 Todd Howard si compiace del successo della sua ultima creatura post-apocalittica e, nel ringraziare i milioni di appassionati che hanno deciso di acquistare il titolo al lancio, promette di seguire le indicazioni e i suggerimenti dei fans per dare forma alle espansioni e agli eventuali DLC gratuiti che vedranno la luce su PC e console nei prossimi mesi.

"Fallout 4 è un gioco immenso, ma col tempo diverrà ancora più profondo e ricco di contenuti. Non sarà mai 'completo' fino a quando i nostri fans non potranno giocarlo nella sua interezza e dirci cosa fare e dove intervenire per migliorarlo e renderlo ancora più grande."

A giudicare dalle dichiarazioni di Todd Howard, quindi, i DLC di Fallout 4 saranno sviluppati tenendo conto dei consigli, delle critiche e dei suggerimenti degli appassionati, o almeno questa è la strada che i vertici di Bethesda sperano di seguire per espandere l'universo digitale del loro capolavoro ruolistico. I primi DLC legati al Season Pass, di conseguenza, non arriveranno prima dell'inizio del 2016: un primo indizio sul percorso che gli autori statunitensi intendono intraprendere con le espansioni di Fallout 4 lo avremo con gli aggiornamenti e gli update gratuiti che, presumibilmente, verranno rilasciati entro breve.

via | GameSpot

Fallout 4: ecco come funzioneranno le mod su console

Articolo originario del 26 agosto 2015 - a cura di Michele Galluzzi

fallout-4-10-cose-da-sapere.jpg

Dopo aver dispensato consigli - e giustificazioni - a tutti coloro che hanno deciso di assentarsi da scuola o dal posto di lavoro per riprendere le forze dopo una lunga sessione notturna nelle lande post-atomiche di Fallout 4, quel birbaccione del vicepresidente di Bethesda Softworks Pete Hines affronta un argomento caro a tutti coloro che stanno giocando il titolo su PlayStation 4 e Xbox One, ossia le mod.

Stando a quanto spiegato da Hines ai giornalisti di GameSpot, l'obiettivo della compagnia era e rimane quello di semplificare al massimo il processo di creazione su PC e condivisione delle mod su tutte le versioni del titolo, ad esempio attraverso l'introduzione di una menu contestuale in cui far confluire tutte le "espansioni amatoriali" autorizzate dagli sviluppatori (un passaggio, quest'ultimo, decisamente fastidioso ma reso necessario dalla natura chiusa dell'architettura hardware e software delle piattaforme casalinghe di Sony e Microsoft). Tutte le mod realizzate dagli utenti con il Creation Kit, inutile ribadirlo, saranno completamente gratuite anche su console.

Gli strumenti per i modder e gli store virtuali a cui accedere da PC e console per scaricare e installare facilmente le mod di Fallout 4, comunque, saranno disponibili nei primi mesi del 2016, o almeno questa è la previsione fatta da Todd Howard all'annuncio dello sviluppo del Creation Kit.

via | GameSpot

  • shares
  • Mail