Peter Molyneux elogia Heavy Rain e vede un futuro videoludico meno “tecnologico” e più “emozionante”

Nel corso di una proficua chiacchierata avuta di recente con i colleghi di Gamasutra sul tema dell’evoluzione videoludica dei prossimi anni, Peter Molyneux ha elogiato ancora una volta l’ultimo capolavoro di Quantic Dream, Heavy Rain, elevandolo ad esempio perfetto sul modo in cui gli sviluppatori futuri dovranno realizzare i loro titoli avendo come preoccupazione principale


Nel corso di una proficua chiacchierata avuta di recente con i colleghi di Gamasutra sul tema dell’evoluzione videoludica dei prossimi anni, Peter Molyneux ha elogiato ancora una volta l’ultimo capolavoro di Quantic Dream, Heavy Rain, elevandolo ad esempio perfetto sul modo in cui gli sviluppatori futuri dovranno realizzare i loro titoli avendo come preoccupazione principale quella di creare prodotti in grado di parlare al cuore e alla mente dell’utente, prima ancora che ai suoi occhi:

“Sono principalmente tre le strade che dobbiamo percorrere per rendere questo settore ancora più grande e profondo di quanto lo sia oggi. La prima è quella dell’evoluzione tecnologica non più fine a sé stessa: sia i produttori di console che i videogiocatori, ormai, hanno capito che non serve a nulla aumentare a dismisura la potenza computazionale delle macchine con cui si gioca, se poi tutta questa capacità di calcolo viene sfruttata per fare sempre lo stesso tipo di prodotti.

La seconda è quella di capire cosa davvero si possa fare con la Rete, ci sono ancora tantissimi ambiti in cui possiamo potenziare l’universo online dei nostri titoli, andando ad aumentare ad esempio i modi con cui l’utente può cooperare con altri giocatori tramite Internet. La terza è quella di assecondare in ogni modo possibile gli sviluppatori che decidono di creare videogiochi partendo da un copione e da una trama, prima ancora che dalle fredde specifiche tecniche della macchina dove vogliono proporre i loro titoli. Il futuro è fatto da creazioni come Heavy Rain, che diano al giocatore la possibilità di provare ogni volta un profluvio indescrivibile di emozioni. Seguendo questa strada, ben presto potremo veder nascere una serie tutta nuova di generi.”

E noi, naturalmente, non possiamo che essere d’accordo con il geniale autore di videogiochi britannico.

Ti potrebbe interessare
Heavy Rain: 4,2GB di installazione su disco e origami da completare
Action Adventure Ps3

Heavy Rain: 4,2GB di installazione su disco e origami da completare

Heavy Rain installerà 4,2GB di dati su hard disk per velocizzare i caricamenti. La notizia veramente interessante, però, è che Quantic Dream ha escogitato qualcosa per tenere occupati i giocatori durante il lungo processo. Durante l’installazione sarà infatti possibile modellare un vero e proprio Origami digitale dalla classica forma di cigno, che richiederà dodici passaggi.

Naughty Dog: “PlayStation 3 vivrà altri 5 o 6 anni”
Action Hardware Mercato

Naughty Dog: “PlayStation 3 vivrà altri 5 o 6 anni”

Prima di tornare a casa per nuotare, come Zio Paperone, nell’oro dei premi vinti in queste settimane grazie ad Uncharted 2, il co-presidente di Naughty Dog, Evan Wells, si è concesso ai microfoni (e alle telecamere) di G4TV per una breve ma scoppiettante intervista, durante la quale ha espresso il suo autorevole parere sugli anni

Atlus a lavoro su PlayStation 3 e Xbox 360
Ps3 RPG Varie

Atlus a lavoro su PlayStation 3 e Xbox 360

Ebbene sì, pare che tutto sia pronto affinché Atlus faccia il grande salto nella nuova generazione. La divisione giapponese è infatti in cerca di nuovi programmatori che sappiano lavorare su PlayStation 3 e Xbox 360. A quanto pare i potenziali dipendenti dovranno occuparsi di un nuovo RPG. D’altro canto la notizia non risulta nemmeno così

Fatality: Midway sull’orlo del fallimento
Brevi Mercato Varie

Fatality: Midway sull’orlo del fallimento

Midway ha 240 milioni di dollari di debiti ed è ad un passo dalla bancarotta. A darci la triste notizia è il Chicago Tribune. La storica software house di Gorf, Galaga e Mortal Kombat, attiva sin da fine anni ’50 con la produzione di flipper, sembra quindi condannata ad una fine ingloriosa se entro 50

THQ rinuncia a GTR su Xbox 360
Brevi Guida Xbox 360

THQ rinuncia a GTR su Xbox 360

Il publisher statunitense THQ abbandona GTR in versione Xbox 360. Il famoso simulatore dei SimBin resta comunque in lavorazione, ma non potrà essere ultimato finché qualche altro publisher non si farà avanti, acquistando i diritti.