Sony comincia ad interrogare gli sviluppatori in merito ad una nuova console

A dispetto della falsità di alcuni video girati in rete il mese scorso, pare che l'idea di una Sony vagamente impegnata in una potenziale PlayStation 4 non sia così negletta. D'altra parte non è così improbabile che chi di dovere ci stia già pensando, dato che in questo settore ci vuole tempo per l'assemblaggio di un qualsivoglia hardware.

Ecco allora il capoccia di Sony Worldwide Studios, Shuhei Yoshida, uscirsene con una di quelle dichiarazioni che non possono di certo passare inosservate. In una recente intervista, infatti, Yoshida ha affermato che la compagnia "è impegnata in parecchie attività di cui non hanno ancora parlato in pubblico. Alcune attività che hanno a che vedere con una futura piattaforma".

E prosegue:

Quando Ken Kutaragi andò via e Kaz Hirai divenne presidente di SCE (Sony Computer Entertainment, ndr.), la prima cosa che Kaz disse fu: "gettiamo Worldwide Studios nello sviluppo di hardware". [...] Di conseguenza voleva che gli sviluppatori intervenissero proprio all'inizio del concepimento di un nuovo hardware, e chiese che la gente di SCE si relazionasse con noi (sviluppatori).

Tuttavia, ora come ora, è difficile dire se si tratti di una nuova console "casalinga" o di una PSP2 in piena regola. In entrambi i casi non potremmo dirci affatto dispiaciuti, anche se, considerato che si faccia riferimento allo stato embrionale del progetto, propenderemmo più per l'ipotesi PlayStation 4. Una futura PSP2 ci pare che abbia già superato questa fase.

via | Destructoid

  • shares
  • Mail
67 commenti Aggiorna
Ordina: