Sony scettica su OnLive



Sony dice la sua su OnLive, il servizio di gaming on demand che promette di rivoluzionare il mercato videoludico permettendo di giocare ogni genere di titolo su PC poco potenti, sfruttando la potenza a lato server.

Patrick Seybold di SCEA si ritiene scettico e preoccupato dei costi finali che il consumatore dovrà sostenere: si parla infatti di server non certo economici e quindi abbonamenti mensili dal prezzo molto alto. Si calcola inoltre che per un corretto funzionamento servirà una banda di 2Mb per la grafica standard, e 5Mb per l'alta definizione; anche a livello di logistica e infrastrutture le cose non sembrano facilissime.

«Cosa sarà sacrificato quando OnLive sbarcherà in un ambiente reale dove più dispositivi sono collegati alla stessa connessione a banda larga? PlayStation sta portando già da anni il gaming in HD ai consumatori. Grazie a contenuti distribuiti digitalmente o basati sui dischi, abbiamo offerte competitive per i consumatori, sia che abbiano internet o no»

OnLive sarà lanciato sul mercato il prossimo inverno in versione PC e Mac.

via | Edge

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: