Prey: nuovo video-diario sulla componente artistica e sulla stazione spaziale Talos I

Gli studi Arkane ci offrono un interessante approfondimento sulla componente artistica e sulla stazione spaziale che avremo modo di esplorare nella loro prossima avventura sci-fi

Il presidente e direttore creativo degli studi Arkane Raphael Colantonio apre una finestra sulla dimensione parallela di Prey attraverso un interessante video-diario che illustra la componente artistica che contraddistinguerà il progetto e l'approccio adottato dagli autori e dai designer di Bethesda per dargli l'aspetto retrofuturistico di un film di fantascienza dei anni '60.


    In Prey, vi ritroverete a bordo di una stazione spaziale, braccati da alieni, intenti non solo a sopravvivere, ma anche a svelare l'enigma che si cela dietro la vostra identità. Ma gli alieni non saranno l'unica minaccia che incontrerete. La stazione spaziale Talos I è protagonista quanto Morgan Yu in questo avvincente gioco d'azione in soggettiva sviluppato da Arkane Studios.


    Morgan Yu si risveglierà nel 2032, ma si tratta di un futuro alternativo re-immaginato da Arkane: una linea temporale in cui (tra le altre cose) il presidente Kennedy è sopravvissuto al suo attentato. Nella versione del futuro di Prey, gli U.S.A. hanno sviluppato un programma spaziale ancora più avanzato, e Talos I è una stazione spaziale diversa da tutte quelle che avete visto nei film e nei giochi.

Il lancio di Prey è previsto nel 2017 (presumibilmente in primavera o in estate) su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Dal punto di vista delle meccaniche di gioco, il titolo trarrà forza e ispirazione dal lavoro compiuto dagli stessi Arkane Studios sulla serie di Dishonored e concederà agli utenti la più completa libertà di scelta nelle azioni da compiere, nel percorso da intraprendere e nelle abilità da evolvere per cacciare gli alieni dalla Talos I e scongiurare l'invasione della Terra da parte di questi esseri mutaforma.

Prey: ecco il primo video di gioco dal QuakeCon 2016

Articolo originario del 5 agosto 2016 - a cura di Michele Galluzzi

Dopo aver alimentato la curiosità dei cultori di fantascienza con il primo video-diario di Prey, i ragazzi degli Arkane Studios approfittano della vetrina mediatica del QuakeCon 2016 per darci in pasto le prime, vere scene di gioco del loro prossimo sparatutto ruolistico che proverà a riportare in auge questa storica proprietà intellettuale targata Bethesda.

Nel minuto scarso di gameplay trailer confezionato dagli autori della serie di Dishonored ci viene offerta una visione d'insieme della Talos 1, la stazione spaziale che farà da sfondo alle vicende vissute nel 2032 dall'astronauta Morgan Yu dopo il primo contatto con una razza aliena non particolarmente incline al dialogo.

prey-gamescom-2016.jpg

Le entità extraterrestri saranno in grado di mutare forma e di assumere il controllo dei malcapitati ingegneri e scienziati della Talos che non riusciranno a sfuggire ai loro attacchi fulminei: per fronteggiare la minaccia aliena e sventare l'invasione della Terra dovremo servirci degli strumenti presenti sulla Talos 1 e dell'intelligenza di Morgan per stanare queste creature interdimensionali e combatterle prima che sia troppo tardi. Diversamente dal prototipo open-world curato dagli studi Human Head, il progetto degli studi Arkane assumerà la forma di un'avventura in prima persona con una solida componente stealth legata alle fasi sparatutto e trama capace di reagire dinamicamente alle nostre scelte per riflettere lo stile di gioco e l'approccio adottato da ciascun utente.

Il lancio del "nuovo" Prey è previsto nel 2017: il titolo approderà su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

  • shares
  • Mail