Perception: il nuovo horror di Deep End Games si presenta in immagini e video

Gli autori della nuova software house di Bill Gardner approdano su Kickstarter per finanziare la loro prossima, inquietante avventura piena di fantasmi

I ragazzi di Deep End Games, una software house indipendente fondata da Bill Gardner e da un manipolo di esperti programmatori e designer coinvolti nello sviluppo degli ultimi episodi delle serie di Dead Space e BioShock, sono lieti di presentarci Perception, un intrigante horror in soggettiva che avrà per protagonista una giovane indagatrice dell'incubo non vedente.

Il titolo, così come ci viene descritto dalla relativa pagina aperta di fresco su Kickstarter dal team di Gardner, verrà realizzato con l'Unreal Engine 4 e sarà incentrato sulle gesta compiute da Cassie, una donna del New England oppressa da incubi ricorrenti che la condurranno a investigare all'interno di una villa in stato di abbandono. Servendosi del suo bastone per orientarsi tra le stanze della villa tramite ecolocalizzazione, la giovane eroina di Perception dovrà fare appello a tutto il suo coraggio per entrare in contatto con le oscure presenze che la scrutano nell'ombra e riuscire, così facendo, a porre fine ai suoi incubi una volta per tutte.

Dalle assi scricchiolanti del pavimento al fruscio del vento, ogni rumore e suono udito nel corso dell'avventura darà a Cassie la possibilità di creare un'immagine mentale del luogo in cui si trova, mostrandogli gli oggetti speciali con cui interagire e gli eventuali movimenti degli spiriti maligni che infestano la villa e i terreni circostanti: le entità, ovviamente, reagiranno ai rumori prodotti da Cassie e sarà quindi importante capire fino a che punto potremo spingerci nelle ricerche paranormali senza cadere preda dei demoni della villa o, più semplicemente, della paura.

L'obiettivo minimo richiesto dai ragazzi di Deep End Games per finanziare il progetto di Perception su Kickstarter è di 150.000 dollari, raggiunto il quale verrà garantita l'uscita su PC del titolo nel corso del 2016: la campagna di raccolta, comunque, è appena iniziata e potrebbe riservare non poche sorprese, come lasciano velatamente intendere gli stessi autori capitanati da Gardner fissando degli importanti stretch goals avanzati che comprendono, tra gli altri, la compatiblità piena e nativa ai principali visori VR, l'approdo su Xbox One e PlayStation 4, l'ampliamento della storia con nuovi capitoli e l'aggiunta di modalità "speciali" basate sull'ecolocazione.

via | Perception, pagina Kickstarter ufficiale

  • shares
  • +1
  • Mail