SimCity 5: richiesta la connessione costante ad internet - niente mod al lancio

SimCity 5: concept art

Interpellato dai colleghi di Joystiq, il direttore creativo di SimCity 5 Ocean Quigley ha confermato che il nuovo gestionale di Maxis avrà una struttura di gioco tale da richiedere una connessione persistente alla rete per poter consentire ai server centrali della compagnia di gestire in "streaming diretto" le immense aree virtuali su cui gli utenti edificheranno le loro metropoli con un sistema simile (ma allo stesso tempo diametralmente opposto) a quello impiegato dagli sviluppatori di CitiesXL: l'obbligo della connessione costante ad internet non sarà quindi legato a un fastidioso DRM ma ad una vera e propria necessità per il gameplay.

Secondo Quigley, inoltre, il team che sta lavorando al progetto si impegnerà attivamente sullo sviluppo degli strumenti per i modder solo in un momento successivo alla commercializzazione: il nuovo motore di gioco GlassBox è già dotato, allo stadio attuale, della capacità di integrarsi ai tool e agli editor necessari per le mod, ma la strada da compiere prima del completamento di tutti gli elementi della logica di base, della grafica e della giocabilità è ancora molto lunga e la serietà dei Maxis impone loro di non fare promesse avventate.

L'uscita del prossimo capitolo della saga di SimCity è prevista per il 2013 in esclusiva su PC.

SimCity 5: concept art

SimCity 5: concept art
SimCity 5: concept art
SimCity 5: concept art
SimCity 5: concept art

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: