Grand Theft Auto V: lo sceneggiatore Dan Houser parla delle sue ispirazioni

In un'intervista rilasciata al New York Times Dan Houser, capo sceneggiatore di Grand Theft Auto V, ha parlato delle ispirazioni e delle contaminazioni che hanno contribuito in qualche modo a plasmare la serie di Rockstar Games. La prima citazione è una che forse non tutti si aspetterebbero, data la natura di GTA:

Grand Theft Auto V shotgun

«Chiunque sviluppi giochi 3D e dica che non ha rubacchiato qualcosa da Mario e Zelda, sta mentendo. Ma da questo punto di vista dire che noi abbiamo subito scopiazzature più di quanto ne abbiamo fatte. [naturalmente Houser si riferisce ai tanti cloni di Grand Theft Auto, come Driver 3, Saints Row, True Crime o Sleeping Dogs]»

Continua poi confessando altre fonti di ispirazione, stavolta nel mondo del cinema. Troverete le dichiarazioni subito dopo la pausa.

«Credo che quel che abbiamo preso in prestito dal cinema sia la cinematografia. Non abbiamo preso in prestito molto a livello strutturale. Strutturalmente abbiamo preso qualcosa dalla TV, e abbiamo preso qualcosa dai romanzi. Persino un gioco breve come Max Payne dura 10 o 12 ore. Si tratta di diversi film d'azione, in termini di come funziona la storia»

Rispondendo brevemente a una domanda sulla figura femminile, che in passato la serie GTA è stata accusata di svilire e offendere, Houser conclude:

«Se i miei giochi possono essere definiti satira della cultura americana? Credo sia giusto dire che sono ambientati in un mondo che è la satira della cultura dei media americani»

Grand Theft Auto V è atteso per la primavera 2013 su PS3 e X360, con una versione PC che probabilmente seguirà nei mesi successivi. Il prossimo 14 novembre verrà invece pubblicato il secondo trailer.

Non saperne di più perdetevi:
Grand Theft Auto V: tutti i dettagli dallo speciale di Game Informer
Grand Theft Auto V: valanga di immagini da Game Informer

  • shares
  • Mail