Hitman Absolution: trailer di lancio e dichiarazioni del direttore artistico

Pochi giorni ci separano dall'uscita di Hitman Absolution, nuova, attesa iterazione dell'apprezzata serie incentrata sull'Agente 47. Come di consueto, anche in questo caso IO Interactive e Square Enix ci proiettano verso l'appuntamento del 20 Novembre con un immancabile trailer di lancio.

A dispetto dei facili entusiasmi, però, l'art director del gioco, Roberto Marchesini, afferma che lo sviluppo di Hitman Absolution ha sofferto dei limiti delle attuali console, motivando la sua uscita come segue:

Si tratta sempre di un dare e avere. Devi inoltre bilanciare la cosa col gameplay; è davvero una perdita per il gioco o no? A volte hai un'idea e pensi che sia decisamente buona; quando poi la rimuovi dal gioco e nessuno lo nota probabilmente non era così buona come pensavi all'inizio.

Insomma, ciò a cui allude Marchesini sono i ben noti compromessi, aspetto ineludibile riguardo allo sviluppo di qualunque gioco. Anzi, a nostro parere sono proprio tali limiti a stuzzicare la creatività di chi sa davvero il fatto suo, forzandolo a scovare sentieri alternativi per ottenere risultati analoghi se non addirittura migliori.

Ma non è tutto, perché ce n'è anche per la prossima generazione. Dopo il salto le dichiarazioni di Marchesini su PS4 e Xbox 720 (nomi chiaramente provvisori e tutt'al più convenzionali).

Stiamo attualmente lavorando a un nuovo titolo (non Hitman!) che è impressionante da un punto di vista tecnologico. Stiamo spingendo i limiti e a dire il vero è più divertente fare qualcosa di imponente con risorse limitate.

Come volevasi dimostrare. A quanto pare Marchesini la pensa come noi. Ma in che senso i titoli che usciranno sulle prossime console saranno migliori?

I primi titoli che usciranno nella prossima generazione di console rappresenteranno probabilmente una versione migliorata in tutto. [...] Tutte le texture verrano incrementate del doppio, la risoluzione, tutto... avrà più poligoni - si tratta proprio di forza bruta in termini di approccio, così da rendere i giochi visivamente migliori, cosa che oramai è divenuto complicato nella generazione attuale.

via | TR

  • shares
  • Mail