World of Warcraft sotto attacco DDoS, Blizzard chiude i server

World of Warcraft colpito da attacco DDoS: Blizzard non ci sta e annuncia provvedimenti drastici.

I giocatori di Diablo, World of Warcraft, StarCraft ed Hearthstone potrebbero essere colpiti da alte latenze e disconnessioni durante la loro esperienza di gioco, che sono il risultato di una serie di attacchi DDoS su alcuni servizi online europei.

Con questo annuncio su Battle.net, Blizzard ha messo i giocatori del Vecchio Continente in guardia sulle conseguenze di un attacco ai danni di un proprio sistema, ma è stato solo l'inizio.

La situazione è infatti precipitata nel giro di poche ore, col gioco più gettonato dai giocatori online, World of Warcraft, preso particolarmente di mira dai malintenzionati. Dopo un'indagine effettuata sui propri sistemi, il team di sviluppo ha annunciato una decisione drastica:

"Di comune accordo con Activision, abbiamo deciso di chiudere i server di World of Warcraft in Europa, per un periodo che potrebbe durare anche dei mesi. Ci dispiace dare un dispiacere del genere ai nostri fan, ma attacchi del genere si sono ripetuti troppe volte nel corso delle ultime settimane per restare ancora una volta a guardare.

Nonostante sia il classico caso in cui vengono colpite tante persone per educarne poche, speriamo che il disservizio possa aiutare a isolare coloro che nella comunità online vogliono del male a World of Warcraft. Alla riapertura dei server europei, tutti i giocatori con un personaggio di livello superiore al 50 si ritroveranno automaticamente al livello 90."

Una decisione del genere non è di certo la prima: anche se in circostanze diverse, nel 2011 Sony dovette tenere per quasi un mese giù il PlayStation Network, prima di riaprirlo al pubblico. L'intenzione di Blizzard sembra dunque quella di non correre rischi di fronte ai ripetuti attacchi DDoS, sperando di debellarli entro l'uscita della nuova espansione, Warlords of Draenor, in arrivo a fine 2014.

warcraft-orc

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: