Borderlands: The Pre-Sequel - video d'annuncio e prime immagini di gioco

2K Games conferma i rumor di questi giorni e annuncia ufficialmente lo spin-off "a bassa gravità" della saga sparatutto di Borderlands

Il clamore delle indiscrezioni rincorsesi in questi ultimi giorni sui forum e sui blog videoludici di mezzo mondo ha spinto i vertici di 2K Games ad anticipare l'annuncio ufficiale di Borderlands: The Pre-Sequel confezionando in fretta e furia una galleria immagini esplicativa e un video-diario sulle caratteristiche principali di questo spin-off situato cronologicamente tra l'epilogo del primo capitolo e il prologo del secondo.

Ad occuparsi attivamente del progetto, così come suggerito dai recenti rumor, non ci saranno solo i ragazzi di Gearbox Software ma anche gli sviluppatori di 2K Marin, gli autori di BioShock 2 e The Bureau: XCOM Declassified.

Borderlands: The Pre-Sequel - galleria immagini

I protagonisti dell'avventura saranno Athena la Gladiator, Wilhelm l'Enforcer, Claptrap il Fragtrap e Nisha la Lawbringer: a loro quattro, e ai milioni di appassionati che si caleranno nei loro panni, spetterà il compito di aiutare il mansueto programmatore John nella ricerca di un antico manufatto eridiano e assistere, nel corso della campagna principale, alla nascita della Hyperion e alla trasformazione di John in un tiranno megalomane e senza scrupoli: Jack il Bello.

La scelta della luna di Pandora, Elpis, come ambientazione principale della storia sarà l'elemento che contraddistinguerà maggiormente l'esperienza di gioco da quella dei precedenti episodi: la bassa gravità permetterà l'uso dei jetpack, la scarsità di ossigeno nell'atmosfera ci obbligherà a ricorrere a dei respiratori artificiali e gli elementi rari che compongono la crosta di Elpis renderanno possibili la costruzione di armi con effetti elementali sconosciuti su Pandora.

La data di lancio di Borderlands: The Pre-Sequel non è stata ancora annunciata, ma tutto ci porta a immaginare che avverrà a fine anno su PC, PlayStation 3 e Xbox 360. Non ci sarà quindi alcuna versione da destinare all'utenza di Xbox One e PlayStation 4 e questo perchè, come ha candidamente ammesso lo stesso CEO di Gearbox Randy Pitchford, sono state vendute meno console next-gen che copie di Borderlands 2 e c'è ancora una domanda altissima sulle piattaforme della scorsa generazione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • Mail